Enna. Giulia Giadone neo presidente provinciale ANPI

Pubblicata su il Mar 19th, 2016

L’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia esplica la sua attività nella salvaguardia dei valori della Resistenza e della Costituzione Italiana, difende quotidianamente la democrazia e gli ideali dell’antifascismo. Il riemergere di manifestazioni e organizzazioni politiche nel mondo, in Europa e in Italia che si richiamano direttamente al fascismo e al nazismo pongono la necessità del rilancio dell’ANPI, di una nuova resistenza, di una nuova lotta partigiana per la giustizia, la pace, la libertà, la solidarietà, l’uguaglianza sostanziale. Il 13 marzo si è svolto nei locali sociali il Congresso dell’Associazione per discutere il documento nazionale, per il rinnovo delle cariche e, naturalmente, per analizzare l’attività svolta dal Comitato Provinciale in carica. Sono state promosse iniziative di “memoria storica” nel cercare gli uomini di questa terra siciliana che compirono le scelte di difesa dell’Italia contro l’invasione tedesca e la dittatura fascista ed onorando il loro gesto con l’intitolazione di strade e/o piazze nei paesi natali; la presentazione di libri sugli argomenti storici delle finalità associative; le celebrazioni del 25 aprile che sono sempre momenti di festa nel ricordo: attualizzare i valori fondanti della nostra Repubblica portandoli in tutti i luoghi per una migliore percezione da parte delle nuove generazioni. Il Congresso ha evidenziato gli attacchi che subisce la Costituzione da diversi governi che si sono succeduti nell’ultimo ventennio, dalle riforme attuate a quelle paventate, la stessa riforma elettorale cosiddetta “Italicum” che stravolge l’autonomia dei poteri Istituzionali e quindi risulta essenziale il lavoro svolto dall’Associazione. Gli interventi hanno evidenziato come i dettati Costituzionali rimangono inapplicati in molti ambiti della nostra vita quotidiana: nella scuola, nella sanità, nei contratti di lavoro precario praticato sui nostri giovani e non solo, nella realizzazione, nel nostro territorio, di strumenti di guerra come il MUOS che violano ben 3 articoli della Costituzione. Il Congresso del 13 marzo compie la scelta di ramificarsi a livello provinciale favorendo la nascita di nuove sezioni comunali. I lavori si sono conclusi con l’elezione del Comitato Provinciale: composto da Arturo Giunta, Paolo Grimaldi, Gloria La Greca, Adriana Papa, Giuseppe Puglisi, Gaspare Di Stefano, Stefania La Vaccara, Pier Giovanni Zaffora e Giulia Giadone. All’interno del comitato è stata eletta Presidente la dott.ssa Giulia Giadone di Villarosa, due vicepresidenti Arturo Giunta di Enna e Gaspare Di Stefano di Piazza Armerina, e il Tesoriere Pier Giovanni Zaffora. L’assemblea ha delegato al Congresso nazionale, che si terrà a Rimini dal 12 al 15 maggio, il presidente uscente Salvo Balistreri. L’A.N.P.I. provinciale sarà protagonista nelle prossime battaglie referendarie del 17 aprile 2016 invitando a votare SI al quesito contro le trivellazioni marine e di quello di ottobre 2016 bocciando la riforma del senato e contrastando la riforma elettorale varata dal Parlamento Italiano.

Pubblicato in Rassegna Stampa | Commenti disabilitati su Enna. Giulia Giadone neo presidente provinciale ANPI

L’ANPI aderisce ai comitati contro la modifica della Costituzione

Si è tenuta il 24 Gennaio, presso la Casa della Cultura di Piazza
Armerina, l’assemblea provinciale degli iscritti dell’ANPI di Enna che
ha visto una numerosa presenza di iscritti dei vari comuni della
provincia.

I presenti hanno fatto un primo bilancio dell’attività svolta
dall’associazione negli ultimi due anni, apprezzando il lavoro svolto-
le targhe messe in memoria dei partigiani nella provincia o i
festeggiamenti per il 70° anniversario della Liberazione, nonché i
singoli eventi svolti nei vari comuni – però rivolgendo anche
l’attenzione al futuro rimarcando l’importanza di continuare ad
impegnarsi in difesa della nostra Costituzione, e a difendere e
trasmettere gli ideali della lotta antifascista.

Dopo la lettura della relazione del presidente provinciale, Salvatore
Balistreri, l’Assemblea ha accolto infatti la delibera del comitato
nazionale dell’ANPI del 21 Gennaio u.s. di aderire ai comitati
referendari sulle modifiche costituzionali e la legge elettorale, con il
compito specifico per la nostra realtà di costituire un comitato
refendario provinciale con la più ampia partecipazione possibile,
basandosi anche sulle relazioni politiche costruite negli anni dalla
nostra associazione.

Inoltre è stato deciso di aderire alla petizione, promossa dal comitato
antifascista lombardo e indirizzata al Presidente della Repubblica e ai
Presidenti delle Camere, per la messa al bando delle organizzazioni
neofascisteche traggono ispirazione dal passato ventennio mussoliniano
come dal nazismo e che assumono come modelli di riferimento
organizzazioni terroristiche e antisemite dello scorso secolo“. In un
contesto nel quale la crisi economica ha fatto radicare nel senso comune
l’idea della scarsità di fronte alla quale l’unica risposta sarebbe la
guerra tra poveri, un contesto dal quale le organizzazioni neofasciste
traggono forza,  il dovere dei cittadini sinceramente democratici e
antifascisti deve essere la costruzione di una risposta politica al
barbaro modello di società che viene prospettato.

Pubblicato in Attualità, Iniziative, Organizzazione | Contrassegnato | Commenti disabilitati su L’ANPI aderisce ai comitati contro la modifica della Costituzione

il ricatto dei mercati – presentazione a Enna

L’associazione culturale Terra Matta e l’ANPI Enna Vi invitano alla presentazione del libro “Il ricatto dei mercati” di Lidia Undiemi. Giovedì 7 Maggio, ore 17.30 presso “Sorseggio Pub”. Interverranno l’autrice e Rita Magnano segretario generale della CGIL di Enna.

ricatto dei mercati locandina 7 maggio 2015

Pubblicato in Iniziative | Commenti disabilitati su il ricatto dei mercati – presentazione a Enna

Per la chiusura del Cara di Mineo e di tutte le galere etniche

Domenica 16 Febbraio

alle ore 10

manifestazione e presidio

di fronte al Cara di Mineo

Noi non vogliamo essere complici con il nostro silenzio:
*
della  creazione di moderni lager con la soppressione dei diritti umani
•    Dell’annullamento della personalità e della speranza di vita di una generazione
•    Dello mercificazione delle persone e dei corpi delle persone
•    Della violenza fisica e psicologica alle donne , ai bambini ed agli uomini
•    Della istigazione alla violenza ed alla vendetta

Non vogliamo essere complici:
* dell’utilizzo dei soldi pubblici a fini clientelari e di arricchimento personale,
•    delle ruberie e delle mistificazioni
•    Di ogni forma di militarizzazione e di controllo militare del nostro territorio.

A sostegno delle rivendicazioni dei richiedenti asilo del Cara di Mineo e delle mobilitazioni in corso a livello nazionale a metà febbraio per la chiusura di tutte le galere etniche (CIE, centri informali…) , facciamo appello all’associazionismo antirazzista ed a tutte le forze che si battono per la difesa dei diritti umani a condividere le seguenti richieste:

* Riteniamo fondamentale l’immediato superamento a Mineo del “sistema” C.A.R.A., con il suo svuotamento, nel rispetto dei tempi previsti dalle normative per la permanenza (35 giorni), con la conseguente moltiplicazione delle apposite Commissioni. Questo mega-CARA, unico in tutta Europa è un esperimento fallito di contenimento forzato dei migranti che, tra l’altro, costruisce un conflitto razziale tra autoctoni e immigrati.

* Apertura di un urgente e pubblico confronto con le strutture istituzionali preposte riguardo la qualità della vita dei migranti del CARA di Mineo e modalità realmente democratiche di elezione dei rappresentanti delle comunità . Il cibo – essenzialmente solo pasta o riso – è spesso scarso, scotto e freddo e sta causando malattie tipo la colite che queste persone prima non conoscevano. L’assistenza sanitaria anche per i casi più urgenti come donne incinte, malati di TBC o scabbia è quasi inesistente. Lo stesso dicasi per il vestiario fornitogli: ancora oggi vi sono persone che stanno in magliette e ciabatte!

la storia siciliana ce l’ha insegnato emigrare non è reato!

Promuovono: Rete Antirazzista Catanese, Comitato di base NoMuos/NoSigonella, LILA, Cobas Scuola-Ct, LavoroSocietà-Cgil-Ct, Osservatorio su Catania, Rifondazione Comunista fed.prov.Ct, Teatro Pinelli Occupato-Me, Arci-Sicilia, Borderline Sicilia,Open Mind glbt, I Siciliani giovani, Casablanca-periodico online, ANPI-Sicilia, Coordinamento antirazzista palermitano, Palagonia Bene Comune, Scordia Bene Comune, Coordinamento regionale dei Comitati NoMuos, ManiTese, Comitato Viva la Costituzione (Ct),La Ragna-Tela Ct (Koros, Associazione Penelope, Città Felice, Akkuaria, Città Futura, Olga Benario, Kerè)

Aderiscono: Associazione GAPA (Ct), Comitato Arcigay QueeRevolution (Ct), Migralab A.Sayad (Me), Associazione Astra (Caltagirone), Azione Civile Catania, Pax Christi punto Pace (Ct),

Leggi interamente l’appello su » A.N.P.I. Sicilia.

Pubblicato in Iniziative | Contrassegnato | Commenti disabilitati su Per la chiusura del Cara di Mineo e di tutte le galere etniche

Il MUOStro di Niscemi – presentazione a Piazza Armerina

 

Il giornalista e saggista Antonio Mazzeo presenterà ai cittadini di Piazza Armerina il suo ultimo libro-inchiesta dal titolo “Il MUOStro di Niscemi. Per le guerre globali del XXI secolo” (Editpress, dicembre 2013), mercoledì 12 febbraio, ore 16,30,
presso l’Auditorium del Liceo Scientifico di Piazza Armerina.
L’iniziativa è organizzata dal Comitato No MUOS di Piazza Armerina e dall’ANPI, sezione provinciale di Enna. Il libro di Mazzeo racchiude tutte le utili informazioni per capire cosa è il MUOS (Mobyl User Objective System) in fase di istallazione dentro la sughereta di Niscemi e fare il punto della situazione su una vicenda che ha molteplici risvolti di natura ambientale, sanitaria e territoriale legati alla geopolitica degli Stati del Mediterraneo.
Interverranno, oltre Antonio Mazzeo, Ornella Muni, giovane mamma No MUOS, Gaspare Di Stefano, ANPI, Gianluca Murella, Comitato No MUOS di Piazza Armerina, che modererà il dibattito. Sarà proiettato il film documentario ‘Come il fuoco sotto la brace’ del regista ragusano Giuseppe Firrincieli che sarà presente all’evento.
Il Comitato di Piazza Armerina ringrazia il dirigente scolastico Lidia Di Gangi per la sensibilità mostrata verso la tematica oggetto di discussione.
Pubblicato in Iniziative | Contrassegnato | Commenti disabilitati su Il MUOStro di Niscemi – presentazione a Piazza Armerina

L’ANPI ENNA esprime solidarietà ai lavoratori dell’IPAB di Piazza Armerina

L’assemblea provinciale degli iscritti ANPI , riunitasi domenica 26 Gennaio, esprime piena solidarietà alle lavoratrici e ai lavoratori dell’ IPAB San Giuseppe di Piazza Armerina che stanno occupando gli uffici amministrativi della struttura.

La situazione di questi lavoratori che non ricevono il salario giustamente e onestamente guadagnato con il loro lavoro, in alcuni casi si raggiunge  addirittura un arretrato di circa 50 mensilità, ci mostra come siano sempre più frequenti gli attacchi al lavoro.

L’assemblea ritiene che la violazione del diritto al lavoro e al diritto alla retribuzione si configurino come vere e proprie violazioni della Costituzione che pone il lavoro a fondamento della Repubblica.

L’assemblea fa appello alle autorità competenti ad intervenire prontamente con tutti i mezzi a loro disposizione in modo da risolvere la questione il più presto possibile, nella salvaguardia del servizio socio-assistenziale ai più deboli garantito dalla Casa di Riposo Pubblica e del posto di lavoro.

Pubblicato in Iniziative | Contrassegnato , | Commenti disabilitati su L’ANPI ENNA esprime solidarietà ai lavoratori dell’IPAB di Piazza Armerina

Io so

io so p
L’associazione Fuori dal coro e l’A.N.P.I. vi invitano alla presentazione del libro-intervista “IO SO” di Antonio Ingroia, venerdì 6 dicembre h17.30, Sala Cerere a Enna. Sarà presente l’autore.
Pubblicato in Iniziative | Commenti disabilitati su Io so

FERMATEVI!

“Il disegno di legge costituzionale per l’istituzione del comitato parlamentare per
le riforme costituzionali ed elettorali, trasmesso dal Senato alla Camera il 23
ottobre 2013 per l’ultima lettura, contraddice la lettera e lo spirito dell’articolo
138 della Costituzione, l’unico attraverso cui puntuali riforme della Costituzione
sono state possibili in passato e sarebbero possibili oggi, se non si fosse
imboccata questa strada. A ciò si aggiunga che l’emendamento del Senato ha
aperto la strada a veri e propri stravolgimenti dell’impianto costituzionale,
avendo reso possibile da un lato la modifica degli interi Titoli I, II, III e V e
dall’altro il coinvolgimento anche delle disposizioni connesse dei titoli IV e VI.
Per questi motivi, dopo ampia discussione, il Consiglio Direttivo dell’associazione
“Salviamo la Costituzione – aggiornarla, non demolirla”, riunito l’11 novembre
sotto la presidenza del professor Alessandro Pace, ha espresso all’unanimità un
giudizio radicalmente negativo sul disegno di legge costituzionale per
l’istituzione del comitato parlamentare per le riforme costituzionali ed elettorali
trasmesso dal Senato alla Camera il 23 ottobre 2013 per l’ultima lettura”.
SOTTOSCRIVONO (fra gli altri):
ANPI
ANPPIA
CGIL
Comitati Dossetti per la Costituzione
Libertà e Giustizia

Pubblicato in Segnalazioni | Commenti disabilitati su FERMATEVI!

Con la Costituzione il nostro futuro – ANPI NEWS 94

Si è tenuta il 26 Ottobre a Bologna l’iniziativa “Con la Costituzione il nostro futuro”sulle riforme costituzionali.

Davanti ad una multiforme platea, il presidente dell’ANPI Smuraglia ha colto l’occasione per spiegare (ancora una volta, ma ce n’è sempre bisogno) le ragioni della nostra ferma contrarietà, rispetto non solo al disegno di legge costituzionale che “deroga” all’art. 138 della Costituzione, ma anche – nel merito – al progettato sistema di riforme costituzionali.

scarica anpi news 94 contente l’intervento di Carlo Smuraglia presidente nazionale dell’ANPI (Pdf)

Pubblicato in ANPI-nazionale, Segnalazioni | Commenti disabilitati su Con la Costituzione il nostro futuro – ANPI NEWS 94

Non convince il lavoro per le riforme costituzionali

È uscito il nuovo numero di “Patria indipendente” mensile dell’ANPI. Segnaliamo: “Non convince il lavoro per le riforme costituzionali” (scarica il pdf): un pezzo del Prof. Gaetano Azzariti, Ordinario di Diritto Costituzionale all’Università La Sapienza di Roma

Pubblicato in ANPI-nazionale, Segnalazioni | Commenti disabilitati su Non convince il lavoro per le riforme costituzionali